siri1

PRO&CONTRO: Siena vs Rimini

Prima uscita del Siena nella Poule scudetto. I padroni di casa, stavolta con maglia che ricorda la balzana,  hanno ricevuto al Rastrello il Rimini, vincitore del girone D. La Robur scende in campo più decisa degli ospiti ed il primo tempo è tutto di marca senese. Titone , Russo e poi Zane scaldano le mani all’estremo difensore avversario. Varutti solito cursore sulla fascia sinistra prova a innescare i compagni. Il Rimini agisce in contro piede con i suoi uomini più pericolosi, Pera e Ricchiuti. Il primo tempo si chiude a reti inviolate, nonostante la Robur si divori diverse occasioni da rete. Nella ripresa, dopo una bella occasione capitata sui piedi di Pera, il Siena colpisce. Al 6′ Crocetti mette in movimento Rascaroli. che dal fondo mette un cross basso. Il primo difensore non riesce a spazzare la palla che finisce sui piedi di Titone. Il n°7 bianconero da due passi, non può che depositare la palla in rete. Il Rimini accenna ad una reazione ma Fontanelli fa buona guardia. Nel secondo tempo solita girandola di cambi da entrambe le parti. Santoni, Giovanelli e Diomandé, per Crocetti, Russo e Rascaroli. Il risultato però non si schioda dall’1 a 0 per in nostri. Nel finale il ritmo cala e la Robur riesce a portare in fondo il risultato. Dopo 3′ di recupero, il Siena si prende i primi 3 punti di questo mini torneo, che assegna il titolo di campione d’Italia della LND.

La squadra scesa in campo domenica scorsa contro il Rimini. Maglie che richiamano la Balzana, novità nella centenaria storia della Robur.
La squadra scesa in campo domenica scorsa contro il Rimini. Maglie che richiamano la Balzana, novità nella centenaria storia della Robur.                                                                                                                                                               Fonte: Nicola Natili
PRO
Domenica la squadra ha messo in mostra il suo solito gioco, mettendo in difficoltà anche il Rimini, reduce da un grande campionato. I ritmi magari non sono stati esagerati da entrambe le parti, che hanno giocato comunque la loro onesta partita. Il reparto difensivo ha concesso poco, e il giovane Fontanelli è sempre stato preciso negli interventi. A centrocampo nonostante la mancanza di Minincleri, Zane e Riva hanno fatto il solito lavoro di contrasto e di ripartenza della manovra bianconera. Sulle fasce Varutti e Rascaroli sono i soliti corridori. E’ da settembre che hanno iniziato a galoppare sulla fascia e sembra che ancora non vogliano smettere. In attacco Titone è stato il solito trascinatore, arrivando a quota 13 reti e raggiungendo Minincleri e Crocetti nella classifica dei cannonieri bianconeri. A tratti in attacco siamo stati molto pericolosi collezionando diverse palle goal soprattutto, nel primo tempo. Il risultato è stato giusto per quello visto e messo in mostra in campo dalle due squadre.
Titone non perdona e da due  passi, mette a segna la sua rete n°13 e porta in vantaggio la Robur
Titone non perdona e da due passi, mette a segna la sua rete n°13 e porta in vantaggio la Robur                                                                                                                                                                                                                                        Fonte: Nicola Natili

 

CONTRO
Domenica l’unica osservazione che si poteva fare ai ragazzi di mister Morgia, era, come al solito, quella di non riuscire a chiudere prima la gara. Domenica complice la fine del campionato e la bella giornata estiva , al Franchi, erano presenti “solamente” 1600 spettatori. Comunque di più della media della serie D. In effetti ci eravamo abituati e bene, ma penso che molti tifosi avessero deciso di prendersi una meritata pausa, dopo aver sostenuto questa squadra fin dall’esordio a Foligno.
Giro di campo e festeggiamenti sotto la curva per la strana coppia Morgia-Ponte.
Giro di campo e festeggiamenti sotto la curva per la strana coppia Morgia-Ponte.                                                                                                                                                                                                                                                                  Fonte: Nicola Natili
La prossima gara vedrà la Robur a domicilio della temibile Maceratese. Squadra ancora imbattuta e che a rifilato un sonante 5 a 0 al Rimini. Al Siena basterà anche un pareggio per avanzare nel torneo, ma la squadra senza avere le pressioni del campionato e la giusta voglia, potrebbe anche fare risultato pieno.
Per quanto riguarda l’assetto societario ci sono stati dei nuovi innesti, speriamo solo che non siano finiti qui. Noi aspetteremo con impazienza altre buone nuove dalla società ,che speriamo in tempi celeri, sappia prender le decisioni giuste per il bene del Siena.
Alla prossima.
facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

One comment

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>